L'artista e frate cappuccino naif (padre Reginaldo) Tullio Cecchetti


Da martedì 17 giugno a Domenica 10 agosto la Sala Mostre Cappuccini sita in Assisi via San Francesco 19, presenta L'OPERA PITTORICA DEL FRATE CAPPUCCINO REGINALDO TULLIO CECCHETTI

Tullio Cecchetti nacque a Cesi (TR) il 22 marzo 1919 da Annibale Cecchetti e Maddalena Franceschini. Entrò nel seminario di Todi nel 1932 e vestì l’abito cappuccino il 13 luglio 1937 nel Convento di Montemalbe. L’anno seguente emise la prima professione religiosa prendendo il nome di fra Reginaldo. Il 6 agosto 1944 è ordinato sacerdote. P. Reginaldo aveva un ingegno e una intelligenza vivace e fantasiosa. Il tempo libero lo dedicava in particolare alla pittura. La sua arte è fresca, a carattere naif. Le sue numerose mostre rivelano il successo della sua pittura forse perché riflesso di una innocente letizia francescana. P. Reginaldo muore all’alba dell’8 dicembre 1980 nel Convento di Todi. La mostra in oggetto presenta una sua produzione, degli anni 1975-80, da dividere in due sezioni sostanziali: una dedicata al Cantico delle creature, l’altra alla vita del frate cappuccino in particolare del frate cercatore.

 

 


Per richiedere informazioni contattare:


Telefono: 075-812280 (int. 03)
E-mail: info@rebeccassisi.it

Responsabile: fra Daniele Giglio